• Caldaie a biomassa ad Acri

    Caldaie a pellet, cippato e legna secca

    Tra le proposte di Real Kamin c’è una vasta gamma di caldaie a biomassa ad Acri. Queste sono caldaie per la cui alimentazione sono usati combustibili particolari, ottenuti a partire dai residui di coltivazione agricola o di lavorazione del legno o della carta. Sono in generale scarti di origine biologica, che possono essere usati come fonte di energia direttamente o in seguito a una speciale lavorazione. Le caldaie a biomassa ad Acri vendute da Real Kamin sono disponibili in diverse taglie di potenza, che vanno da quelle piccole a quelle di potenza più elevata.

  • Il risparmio è importante

    Il risparmio è importante

    Uno dei principali vantaggi delle caldaie a biomassa rispetto a quelle tradizionale è il risparmio. Sono infatti caldaie che funzionano mediante la combustione di materiali di scarto, naturali e sempre presenti. Non sono quindi soggette agli andamenti di prezzo propri dei combustibili fossili, come ad esempio il metano o il GPL.

    Le caldaie a biomassa possono essere alimentate con tre diverse tipologie di combustibile. A seconda del tipo di biomassa, cambia anche la struttura della caldaia e la tecnologia che vi è dietro.

    • Il pellet, ottenuto a partire dagli scarti di lavorazione del legno, pressati poi per ottenere dei piccoli cilindri. Si tratta del combustibile a biomassa più popolare e usato. Le caldaie a pellet sono comode e adatte agli appartamenti unifamiliari. Sono automatizzate in tutte le loro funzioni principali e la manutenzione è molto ridotta. Per molti modelli basta ricordarsi di eliminare la cenere un paio di volte all’anno.
    • Il cippato, anche questo ottenuto in gran parte dagli scarti di lavorazione del legno. Si possono però usare anche noccioli di pesca, sansa, residui vegetali secchi di vario genere. Le caldaie a cippato sono poco adatte alle piccole abitazioni, poiché richiedono un impianto piuttosto importante. Si prestano piuttosto ad essere usate per i sistemi centralizzati, come ad esempio quelli di un condominio.
    • Legna secca, opportunamente tagliata e lavorata. Gli impianti a legna sono adatti alle abitazioni piccole. Sono caldaie ad alto rendimento, che si interfacciano in maniera perfetta al termostato. Richiedono però una manutenzione costante e bisogna pulirle ogni tre giorni, almeno per quanto riguarda i modelli standard.